Piscina, Jacuzzi o vasca idromassaggio? Pro e contro struttura per struttura

Piscina, Jacuzzi o vasca idromassaggio? Su qualunque soluzione ricada la tua scelta il relax è assicurato ma andiamo a vedere, struttura per struttura, i vantaggi e i difetti di ciascuna proposta.

Se hai in mente di realizzare una spa in casa o, semplicemente, di creare un piccolo centro benessere, questa miniguida potrebbe esserti di grande aiuto.

Piscina: interna, esterna, interrata o in vetroresina?

Avere una piscina in casa è un comfort che non ha prezzo ma realizzarne una non ha certo un costo irrisorio.

Certo è che il range è piuttosto ampio: si può infatti spaziare da una piccola vasca interrata in vetroresina a una struttura non prefabbricata, realizzata in casseri di polistirolo o altri materiali innovativi.

Jacuzzi o vasca idromassaggioIn ogni caso bisognerà tenere in considerazione due aspetti fondamentali: il primo è che se la vasca supererà gli 80 metri quadrati andrà a risentirne anche l’accatastamento (l’abitazione diventerà di lusso); in secondo luogo bisognerà valutare l’aspetto gestione e manutenzione che, in termini di costi annuali, non è certo irrisorio.

Un’alternativa, non certo meno costosa ma più versatile, è quella della piscina interna.

In particolare per località dove il clima è mite a mala pena uno o due mesi all’anno, si tratta di un’opzione da prendere in seria considerazione.

La Jacuzzi: in terrazza, in giardino o in un mini centro benessere

Benché la Jacuzzi venga considerata un bene di lusso essa, in effetti, ha un costo notevolmente inferiore rispetto alla tradizionale piscina.

Tanto per cominciare non ci sono spese di installazione né costi propedeutici, in secondo luogo anche la gestione e la manutenzione si attestano su un budget notevolmente inferiore.

La Jacuzzi ha inoltre lanciato modelli SwimSpa, cosiddetti perché nelle vasche è possibile fare anche piccole nuotate.

La grandezza è di circa 8-10 metri quadrati, con due sedute, e rappresenta il non plus ultra del settore

La vasca idromassaggio: rettangolare o angolare

La terza opzione è quella della vasca idromassaggio tradizionale.

Anche la Jacuzzi, in effetti, altro non è che una vasca idromassaggio ma si tratta di un modello più avanzato e anche più grande.

Per vasca idromassaggio in senso stretto intendiamo invece le classiche vasche che possono essere installate in bagni anche di dimensioni ridotte.

Anche in questo caso vanno fatte delle considerazioni in quanto se il modello angolare ha più appeal c’è da dire che, per essere utilizzato, richiede tempo e denaro.

Una vasca angolare può contenere anche più di 100 litri d’acqua con costi tutt’altro che irrisori.

In alternativa si può valutare un modello tradizionale, di forma rettangolare, ugualmente confortevole ma meno costoso.

La doccia multifunzionale

L’ultima opzione è quella della doccia multifunzionale laddove per multifunzione si intende idromassaggio, sauna o bagno turco e cromo-aromaterapia.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare è in effetti un’opzione piuttosto interessante.

D’inverno, infatti, essendo chiusa è particolarmente confortevole anche per una semplice doccia in quanto mantiene bene il calore.

Sia dal punto di vista dell’acquisto che della gestione, inoltre, i prezzi sono piuttosto contenuti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.