5 Errori classici nella realizzazione di un sito web

La realizzazione di un sito web è di estrema importanza per la conoscibilità di un marchio, prodotto o servizio. Il web, oramai, rappresenta una vetrina nella quale gli imprenditori mettono in evidenza le loro proposte che devono essere rese appetibili e accattivanti. Nella formulazione di un sito sono molti gli errori che si possono commettere, soprattutto quando si decide di agire con il fai da te, pertanto, meglio rivolgersi a professionisti che sappiano eseguire il lavoro a regola d’arte.

Quando si naviga su internet si nota immediatamente quando un sito risulta poco chiaro o se ne comprende difficilmente il messaggio finale. Il mondo della comunicazione, in particolare negli ultimi anni, ha subito una vera e propria rivoluzione, anche grazie all’intervento dei social network con l’ingresso di numerosi nuovi utenti.

La condivisione, la diffusione, la lettura delle recensioni, sono solamente alcuni elementi che caratterizzano le pagine web di nuova generazione e devono essere tenuti in debito conto nel momento in cui si vuole creare ex novo, o rinnovare, un sito per ottenere un maggiore battage mediatico.

Il consiglio base rimane quello di richiedere un preventivo nella città di interesse, ovvero se vuoi realizzare un sito web a Milano, farai riferimento ad una agenzia del posto.

Di seguito i 5 errori classici nella realizzazione di un sito web.

1. Creare un sito in bianco e nero

realizzazione sito webNonostante la corrente del minimalismo stia tornando prepotentemente di moda, realizzare un sito internet interamente in bianco e nero non rappresenta una buona idea. Gli utenti quando visitano una pagina web, per approfondire e leggerne il contenuto, hanno bisogno di sentirsi attratti da un qualcosa, come le immagini o i colori vivaci. Un sito troppo basico, privo di sfumature o fotografie, risulta noioso e non fa scaturire quella curiosità a soffermarsi per qualche minuto.

Poichè l’obiettivo principale di un sito internet è quello di attrarre il maggior numero di persone ed incrementare la visibilità in rete, optare per uno stile dimesso e poco accattivante non risulta certo una buona scelta. Pertanto, è preferibile orientarsi verso un aspetto gradevole e vivace, con colori anche tenui ma che possa comunque trasmettere una certa apertura, magari corredando il tutto con immagini interessanti e con didascalie appropriate.

2. Trascurare i principi del Seo

Seo è un acronimo inglese che significa search engine optimization, ossia ottimizzazione per i motori di ricerca. Tale tipo di ottimizzazione consente ai contenuti di un sito internet di balzare ai primi posti nelle pagine di ricerca dei principali motori. In sostanza, l’errore che si commette nella realizzazione di alcune pagine web è quella di inserire contenuti disordinati, non indicizzati e privi di parole chiave che potrebbero favorire l’interesse degli utenti.

La scrittura e la creazione di contenuti non è identica per ogni ambito, chi scrive per i siti deve conoscere perfettamente le tecniche per rendere il proprio materiale attuale e idoneo per lo scopo al quale viene destinato. Esistono dei copywriter che svolgono questa professione utilizzando come materiale di base le informazioni riguardanti l’azienda o il prodotto che si intende rendere conoscibile, per creare dei testi fluidi e gradevoli di semplice individuazione.

Dagli studi in materia è emerso che ben il 90% degli utenti di internet apre i siti attraverso i motori di ricerca, ecco perchè il Seo è così rilevante.

3. Non collegare il sito ai social network

Mentre in passato il sito internet, con l’introduzione della rete, aveva una vita propria, isolata da tutto il resto, oggi, con l’avvento massiccio dei social network nella quotidianità di chiunque, è impensabile non avere un collegamento.

L’utilizzo delle immagini applicate all’hashtag più idoneo rappresenta il metodo più rapido per ottenere visualizzazioni. Per fare ciò occorre conoscere le tecniche dell’individuazione delle aree tematiche e le leggi del nuovo mercato in cui anche i prodotti, se utilizzati da determinati influencer, ossia persone influenti in rete, con molti follower, risulta maggiormente ambito in fase di acquisto.

Il sito internet rischia di venire schiacciato dalla rapidità dei social che vedono un repentino cambio di status, per questo motivo occorre effettuare un aggiornamento costante, in maniera che gli utenti possano vedere sempre una certa cura nei dettagli, proprio come quando si desidera tenere in ordine una stanza per rendere la visita degli ospiti più confortevole.

4. Peccare di presunzione

La presunzione è il male dei nostri tempi che spinge anche coloro che non hanno le competenze ad operare in determinati ambiti. Il mondo del web, come la vita reale, è costituito da professionisti e specialisti, occorre dunque lasciare ad ognuno il proprio campo abbandonando l’improvvisazione che è foriera solamente di insuccessi.

Quando si parla di siti web non bisogna pensare al risparmio attuale ma alle possibilità di guadagno futuro che sono certamente molto più interessanti.

5. Rendere il sito internet poco fruibile

Il sito internet, indipendentemente dalla sua destinazione finale, deve essere fruibile e raggiungibile da tutti. In altre parole, non deve trattarsi di una pagina web ricca di concetti settoriali non comprensibili dal grande pubblico.

Internet è un ambito altamente democratico in cui tutti hanno potenzialmente voce in capitolo, non vi sono differenze di sorta, per questo motivo occorre aprirsi agli utenti e non chiudersi in un piccolo circolo di pochi eletti. Questo modo di fare penalizza gli affari e, logicamente, anche gli eventuali introiti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.