Quali sono le caratteristiche dei corsi di formazione IVASS e a chi sono rivolti

Chi è obbligato a effettuare l’Aggiornamento Professionale IVASS, Reg.to 408/2108?

Vediamo di seguito chi è obbligato a effettuare l’Aggiornamento Professionale IVASS secondo l’articolo 86 del Regolamento IVASS 40/2018:

  • Gli addetti all’attività di distribuzione al di fuori dei locali dell’intermediario per il quale operano, ai fini dell’iscrizione nella sezione E del Registro;
  • I produttori diretti delle imprese di assicurazione, ai fini dell’iscrizione nella sezione C del Registro;
  • Gli intermediari assicurativi a titolo accessorio, ai fini dell’iscrizione nelle sezioni E o F del Registro;
  • Gli addetti all’attività di distribuzione all’interno dei locali in cui l’intermediario opera, nonché gli addetti dei call center dell’intermediario, prima di intraprendere l’attività;
  • I dipendenti delle imprese direttamente coinvolti nell’attività di distribuzione assicurativa o riassicurativa, nonché gli addetti dei call center delle imprese, prima di intraprendere l’attività.
  • Le persone fisiche iscritte nelle sezioni A o B del Registro.”

Chi è sospeso dall’obbligo di Aggiornamento Professionale IVASS?

Di seguito, invece, capiamo chi è sospeso dall’obbligo di Aggiornamento Professionale IVASS Reg.to 40/2018 secondo l’art. 86 del Regolamento IVASS:

  • Gli intermediari iscritti delle sezioni A, B o F del Registro IVASS, temporaneamente non operanti a titolo individuale;
  • I soggetti impediti da:
  • La gravidanza al 6° mese, fino ad un anno dalla nascita, nonché per l’adempimento di doveri collegati alla paternità o maternità;
  • Grave malattia o infortunio.
  • Gli addetti all’attività di distribuzione all’interno dei locali, gli addetti ai call center e i dipendenti delle imprese che per oltre 6 mesi non svolgono l’attività assicurativa.

Per poter riprendere l’attività assicurativa l’Intermediario Assicurativo deve assolvere gli obblighi di Aggiornamento Professionale IVASS; Qualora l’attività riprendesse nello stesso anno della sospensione, resterebbero valide le ore effettuate.

Continuiamo a vedere quelle che sono le altre caratteristiche dei corsi di formazione IVASS.

Quante ore devono essere sostenute?

Nello specifico vediamo quante ore devono essere svolte annualmente per l’obbligo di Aggiornamento Professionale IVASS.

Secondo l’art. 89 del Regolamento IVASS n.40/2018, l’aggiornamento serve a:

  • Approfondire e accrescere le conoscenze, le competenze e le capacità professionali, l’evoluzione della normativa e delle prospettive di sviluppo futuro dell’attività.

Le ore annuali da sostenere variano a seconda del titolo:

  • 30 sono le ore annuali che dovranno essere sostenute dagli Intermediari Assicurativi a titolo accessorio.
  • 15 sono le ore annuali che dovranno essere sostenute daii relativi addetti all’attività di distribuzione all’interno dei locali.

caratteristiche corsi formazione IVASS

Quando deve essere svolto?

L’Aggiornamento Professionale deve essere svolto ogni anno a partire dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello di iscrizione nel Registro o a quello di inizio dell’attività di distribuzione.

Con quali modalità può essere svolto?

L’IVASS riconosce nell’art. 91 i corsi in aula o le modalità equivalenti come:

  • Videoconferenze;
  • Webinar;
  • e-learning.

Qualora l’Aggiornamento dell’Intermediario Assicurativo venga svolto in aula, la durata giornaliera deve essere di massimo 8 ore con un numero di partecipanti adeguato a garantire il giusto apprendimento.

I contenuti minimi

L’art. 95 del Regolamento IVASS sancisce l’importante requisito dei “contenuti minimi”:

  • Argomenti richiesti direttamente dall’Istituto, argomenti scelti tra le aree tematiche dell’allegato 6 del Regolamento IVASS, contestualizzati nell’evoluzione della normativa di riferimento.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.