Poste per noi: cos’è e come funziona

Poste Italiane, la più importante società di gestione di prodotti e servizi postali, ma anche finanziari e assicurativi, in Italia ha cercato di semplificare la vita dei propri dipendenti mettendo a loro disposizione il servizio poste per noi.

Si tratta di una rete intranet a cui possono accedere solo i lavoratori delle Poste, utilizzando delle specifiche credenziali con cui il soggetto si è autentificato al momento della registrazione, e che offre una serie di vantaggi oltre a tenere costantemente informati i lavoratori sulle ultime news. Vediamo in cosa consiste poste per noi sul sito di tregorfm.com, come funziona e cosa può fare il dipendente con questo nuovo servizio.

Poste per noi: cos’è e come funziona

Poste per noiA partire dal 2017, a seguito dell’enorme mole di lavoro posta a carico dei dipendenti di Poste Italiane e al fine di rispondere all’evoluzione tecnologica che negli ultimi anni ha interessato vari campi, è stato messo a punto questo nuovo servizio che prende il nome di poste per noi. Quello che lo caratterizza è il fatto di essere interamente strutturato su una rete intranet, cosa completamente diversa dalla rete internet con cui non comunica.

Ciò gli permette di essere molto più sicuro ed evitare così possibili attacchi ai sistemi informatici, da parte di soggetti terzi o aker, e offre l’opportunità ai dipendenti di usufruire dei servizi offerti solo accedendo da una sola postazione, generalmente quella lavorativa o comunque una postazione interna all’azienda.

Tutti i dipendenti di Poste Italiane devono registrarsi alla piattaforma e autentificarsi attraverso un nome utente e una password che poi dovranno immettere, negli appositi campi, ogni qual volta dovranno accedere alla piattaforma.

Poste per noi: tutto ciò che il dipendente può fare su questa piattaforma

L’utilizzo di questa piattaforma consente al dipendente una serie di operazioni. Oltre ad essere costantemente informato sulle ultime novità messe a punto dalla nota società di servizi postali, il dipendente può:

  • accedere alla sezione anagrafica e modificare alcuni dati (es. lo stato civile o la residenza, se questi siano cambiati);
  • prendere visione e stampare la propria busta paga che viene inviata, in maniera automatica, ogni 27 del mese. In questo modo si potrà disporre in qualsiasi momento dei dati relativi alla propria retribuzione.

Non solo, la nuova piattaforma è estremamente utile anche per svolgere l’attività lavorativa che così viene notevolmente semplificata. Poste per noi consente ai dipendenti di procedere al pagamento di bollettini, F24, di inviare pacchi o altra corrispondenza e addirittura di acquistare titoli e richiedere la concessione di prestiti, fino a 30mila euro.

È bene ricordare che nel momento in cui il soggetto si registra alla piattaforma, dalla propria postazione di lavoro, immettendo il nome utente e la password questi verranno automaticamente ricordati senza la necessità, ogni volta, di doverli digitare. Cosa diversa nel caso in cui il dipendente invece acceda da altra postazione aziendale, a questo punto sarà invece necessario digitare le credenziali con cui il soggetto si è registrato alla piattaforma.

Quanto è utile l’utilizzo di poste per noi per i nuovi assunti

La nuova piattaforma e-learning cura anche l’aspetto formativo, di apprendimento e di aggiornamento dei nuovi assunti, e non solo. Oltre a mettere in comunicazione, in tempo reale, i vari dipendenti del gruppo offre ai nuovi assunti l’opportunità di consultare e accedere a guide e a materiale formativo di svariato genere.

Quindi oltre alla formazione sul campo, ritenuta fondamentale ai fini del corretto inserimento dei neo-assunti all’interno delle varie sedi, poste per noi permette di studiare, in maniera del tutto autonoma, le procedure e le operazioni attinenti al proprio impiego.

Ciò consente un inserimento più semplice e veloce per tutti coloro che, essendo stati impiegati da poco tempo, incominciano a muovere i primi passi all’interno di Poste Italiane.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.