Come funziona il Mondo escort: intervista ad una accompagnatrice di lusso

Abbiamo intervistato un’accompagnatrice di lusso, una ragazza italiana che vive e lavora a Milano, per capire come funziona il mondo escort.

Lei si chiama Melissa ed è pubblicata su diversi siti di annunci fotografici. E’ molto disponibile al dialogo e disposta a rispondere ad alcune nostre domande.

Ciao Melissa. La prima domanda che vorremmo farti è quella più scontata, perché fai la escort?

Faccio l’accompagnatrice per scelta e per opportunità. Lo faccio per scelta perché si può guadagnare bene senza dover timbrare un cartellino e senza dover rispondere ad un capo o un controllore: decido io quando lavorare e con chi, io sono molto selettiva. Lo faccio per opportunità perché mi piace conoscere uomini diversi, mi piace essere viziata e sentirmi desiderata.

Melissa, posso chiederti l’età e da quanto tempo fai la escort?

come funziona il mondo escortSull’età ti posso dire che sono sotto i trent’anni e faccio la escort da circa 6 anni.

Melissa, abbiamo trovato la tua pagina su un sito di annunci fotografici e ti abbiamo contattato per l’intervista, abbiamo visto però che sei presente su diversi siti, perché?

A Milano mi sono sempre trovata bene con arcaton.com, dove ho sempre trovato clienti top, ma in questi anni ho anche provato diversi altri siti di annunci così da avere una copertura maggiore e una pubblicità più diffusa

Melissa, qual è la richiesta più frequente che ricevi al telefono?

La maggior parte delle telefonate che ricevo sono solo perdite di tempo, infatti molti chiamano per sentire una voce femminile e fantasticare, e questa è purtroppo, una parte squallida del mio lavoro, ma naturalmente ci sono anche chiamate che diventano incontri.

Solitamente le fanno uomini che al telefono non fanno molte domande, dopotutto nell’incontro in base all’alchimia che si crea può diventare tutto possibile: un incontro può essere piacevole non solo per il cliente, ma anche per me.

Melissa, un’altra domanda che volevo farti è questa: come fai a essere sempre pronta con qualsiasi tipo di uomo ti capiti? Immagino che ci saranno giovani e vecchi, belli e brutti.

E’ il bello del mio lavoro. Mi piace vedere sempre il lato positivo in tutti i miei incontri: ogni uomo ha qualcosa di diverso rispetto ad un altro, ogni uomo ha fantasie e richieste diverse, a volte piacevoli a volte un po’ meno.

Troverei monotono negli incontri ripetere sempre le stesse cose o rivedere sempre le stesse persone, diventerebbe una routine e si perderebbe quindi l’imprevedibilità e la sorpresa, del resto di tratta di incontri e non di un rapporto fisso e confidenziale.

Beh Melissa, mi hai sorpreso con questa risposta, perché mi hai fatto capire che anche in questo lavoro bisogna essere serie e professionali.

Melissa, hai un compagno in questo momento? E se sì, come riesci a far convivere la Tua vita lavorativa con la vita sentimentale?

Si, sono sentimentalmente impegnata da quasi un anno. Non è semplice fare la escort e allo stesso tempo essere fidanzata o sposata e, come molte mie colleghe, anche con figli. Perché un rapporto funzioni bisogna essere di mente aperta e non vedere questo lavoro come un tradimento, ma solo come un lavoro. Capisco che però è molto difficile.

Il mio compagno sa tutto ciò che faccio e per il momento non mi ha mai giudicata male; in un’altra storia avuta con un ragazzo due anni fa, ragazzo al quale non avevo raccontato del mio lavoro, subivo continuamente scenate di gelosia, non potevo rispondere al telefono, voleva sempre sapere con chi parlavo e perché, se non eravamo insieme mi chiamava di continuo per sapere dove ero e se ero in compagnia, fu una storia che infatti non durò molto.

Melissa, forse quel ragazzo aveva capito qualcosa…

Non credo, lui era solo geloso. Quando un uomo è troppo geloso è perché vuole avere il completo controllo sulla partner e non è né giusto, né costruttivo per una coppia.

Melissa un’ultima domanda, fino a che età pensi di poter fare la escort?

Questa è una domanda alla quale non è possibile rispondere. Ho delle amiche che hanno quarant’anni o più e continuano ad essere escort di classe. Penso che non ci sia una data di scadenza, tutte noi dobbiamo essere libere di fare quello che più ci piace, proprio come in qualunque altro campo e, anzi, diventando grandi si posso affinare le capacità come la sensualità, la conversazione, la pazienza, tutto grazie alla esperienza maturata. Ecco perché non so dare una risposta alla tua domanda: credo che probabilmente, quando il telefono smetterà di squillare, allora quello sarà il momento di smettere.

Grazie Melissa del tempo che ci hai dedicato e grazie di averci la tua professione, che ancora oggi viene giudicata senza essere conosciuta nella sua completezza. La nostra speranza è che con queste poche domande e risposte, si sia riusciti a far comprendere meglio quale sia realmente, e non solo superficialmente, il lavoro di una escort, un mestiere che non è solo una professione, ma ha anche un lato umano e terapeutico. Forse così le persone riusciranno a capire meglio, nel caso dovessero chiederselo, perché molte ragazze decidono liberamente di fare le escort di lusso.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.